Erroneamente, molti traders pensano che il trading online inizi il giorno in cui si decida di effettuare la prima operazione vera sui mercati finanziari. Si tratta di un errore di non poco conto, in quanto in realtà, il TOL inizia quando si è scelta la piattaforma con cui operare i propri investimenti. E se la scelta non è stata felice, potrebbe influire in maniera notevole anche sulla qualità del trading effettuato. Lo sanno bene i tanti investitori che nel passato hanno sottovalutato questo aspetto e hanno magari aperto un account presso un broker poco professionale o apertamente truffaldino, ritrovandosi alla fine impelagati in una serie di difficoltà sempre più grosse o nella pratica impossibilità di ritirare i propri soldi. Proprio per questo motivo, il nostro consiglio, prima di iniziare ad operare nel trading online è quello di scegliere con grande cura la propria piattaforma.

Come si sceglie una piattaforma?

I criteri che devono guidare la scelta del broker giusto sono soprattutto due: la sicurezza e l’affidabilità. La sicurezza deve essere dimostrata dalla piattaforma esaminata sotto forma di regolari permessi e autorizzazioni da parte delle autorità preposte a regolare il mercato. L’affidabilità è invece la capacità del broker di fornire ai suoi clienti una serie di servizi ad alto valore aggiunto in grado di facilitare le operazioni sui mercati.
Un broker affidabile non può prescindere da queste due prerogative, ovvero deve essere in grado di garantire sicurezza alla clientela e di assicurare un ambiente di lavoro, facile da fruire e in grado di non dare vita a disservizi che, data la natura del trading online, possono infine danneggiare in maniera considerevole il trader.

A proposito di AvaTrade

Tra le piattaforme per il trading online che si sono affermate negli ultimi anni, una menzione particolare spetta a AvaTrade, fondata nel 2006 come AvaFX, un broker online per la contrattazione di valute e CFD che ha la sua sede operativa a Dublino (Irlanda).  Si tratta di un broker di proprietà della società Ava Trade EU Ltd., che ha uffici e centri di vendita in diverse città del mondo, tra cui Parigi, Dublino, Milano, Tokyo e Sydney. Per capire meglio il livello qualitativo raggiunto, basterà ricordare come dal 2009 abbia ricevuto ben 7 premi di settore.
In particolare, AvaTrade è specializzata nell’offerta di servizi per Bitcoin, materie prime, titoli, fondi indicizzati quotati (ETF), titoli di Stato e indici azionari. Servizi che hanno evidentemente incontrato il gradimento del pubblico, se si pensa come attualmente AvaTrade vanti oltre 200mila clienti su scala globale, che ogni mese danno vita a più di 2 milioni di transazioni, andando spesso a superare i 60 miliardi di dollari di valore totale. Tra i servizi più graditi dall’utenza c’è la disponibilità di diverse piattaforme per il trading, tra cui l’ormai famosa MetaTrader 4, che permettono quindi agli utenti di scegliere quella che sentono più adatta alle proprie esigenze.


Per quanto riguarda il discorso legato alla sicurezza, va sottolineato come AvaTrade sia regolamentata dalla Banca Centrale d’Irlanda (numero di riferimento: C53877) e da altre note autorità come la Australian Securities & Investments Commission (ASIC), la Financial Services Agency (FSA) giapponese e la Commissione per i Servizi Finanziari delle Isole Vergini britanniche. In Italia è poi riconosciuta da Consob e anche questo fatto va tenuto nel debito conto dagli aspiranti traders del nostro Paese.
Una delle caratteristiche salienti di AvaTrade è quella di guadagnare grazie ad una politica che prevede l’applicazione di bassi spread ai traders, quando effettuano le loro operazioni, tra i più bassi in assoluto del settore. Oltre agli spread, AvaTrade non ha commissioni nascoste e quindi gli utenti possono sapere in largo anticipo quanto dovranno pagare per assicurarsi i servizi offerti dalla piattaforma.
Una volta deciso di affidarsi ad AvaTrade, i conti disponibili sono 4:
1) Silver, che prevede un versamento minimo di 100 euro;
2) Gold, per il quale è necessario versare almeno 1000 euro;
3) Platinum, che comporta il versamento di non meno di 10mila euro;
4) Ava Select, riservato a chi versi almeno 100mila euro.


Tra i servizi garantiti ai propri clienti, va ricordato in particolare il conto demo, che rende possibile l’accesso a tutti i mercati ed ha una durata massima di 21 giorni. Grazie ad esso, è possibile un primo confronto coi mercati, in modo da poter comprendere meglio il loro funzionamento e il livello di turbolenza che può caratterizzarli di giorno in giorno.
Infine merita una citazione il servizio clienti, che è reputato tra i migliori in assoluto, grazie al supporto via email, live chat e telefono, 24 ore su 24, per cinque giorni alla settimana, in 12 lingue tra cui l’Italiano. Considerata l’importanza di poter avere un contatto diretto con il broker ogni volta che si possa presentare una situazione problematica, si tratta di una carta in più da non trascurare assolutamente.

Le opinioni su AvaTrade

Per capire meglio il livello del broker, si consiglia a questo punto di fare una ricognizione sul web, in particolare ricorrendo ai forum di discussione riservati a chi pratica il trading online. Proprio da queste sedi di discussione è possibile notare come AvaTrade goda di una buona considerazione, ancora più rimarchevole se si considera che a rilasciare i giudizi sono proprio i traders. La buona fama che premia la piattaforma è dovuta proprio alla capacità di mixare due aspetti fondamentali come sicurezza e operatività, riuscendo infine a permettere al cliente di dedicarsi senza troppi intralci al suo commercio. Buone anche le note relative al servizio di assistenza, di cui si loda la notevole puntualità.
In definitiva possiamo quindi affermare che AvaTrade possa senz’altro essere preso in considerazione come possibile soluzione da chi non voglia avere sorprese sgradite e commerciare in tranquillità, per poter trarre vantaggio dalle operazioni intraprese.

Categorie: Blog